Migliora leggibilitàStampa
12 aprile 2013

UnePassante

NO DRAMA

2013 - Anna the Granny/A Buzz Supreme
[Uscita: 12/04/2013]

UnePassante “NO DRAMA” (12 aprile 2013 Anna the GrannyDietro lo schivo pseudonimo UnePassante si nasconde la palermitan-fiorentina Giulia Sarno, cantante e compositrice fresca di nuova uscita discografica.. Accanto a lei, che ha formato l'ensemble nel 2006, appaiono Michele Staino (basso, contrabbasso, tastiere, tromba), Emanuele Fiordellisi (batteria, elecrtonics) e da quest'anno Salvatore Miele (tastiere e chitarre). “No drama” è la terza uscita dop l'EP  “Enjoy the road” del 2008 e il CD “More than one in number”, pubblicato nel 2010. La proposta musicale della ragazza è molto originale: una musica dalle atmosfere gotiche, accentuate dal timbro molto '80 della voce, accompagnata da un beat elettronico. Il disco si apre con costruzioni sonore che creano situazioni inquietanti, senza però scadere nell'effettismo; poi le tastiere si fanno più liquide e il ritmo più marcato. Valentine's, or the end stupisce col suo incedere funky, con tanto di sezione di fiati. X Man mescola bene chitarra acustica e intuizioni elettroniche, come nelle pagine più ispirate di St Vincent. Bello anche il video che mostra le varie incarnazioni del mondo femminile.

 

La melodia sghemba di Lullaby, o gli archi orientaleggianti sul basso pulsante di Woodworms ci riportano agli anni '80 più misteriosi. Extinction è un' incursione nel dance floor intelligente, un po' troppo appesantita però dalla cassa in quattro. Nuovo spiazzamento con War & Peace, ballata acustica con imprevedibili sviluppi sinfonico/rumoristi. Chiusura su toni intimisti con Oh my monsters, con chitarre bucoliche arpeggiate e delicati archi. È un disco molto valido, le canzoni sono ben scritte, gli arrangiamenti originali e mai di cattivo gusto; sul tutto spicca la bella voce di Giulia, che ricorda quella di Siouxsie, è vero, ma strega senz'altro l'ascoltatore. Non voglio fare l'autarchico a tutti i costi, ma trovo che nel florilegio di nuove proposte al femminile che ci vengono dall'estero - alludo per esempio a nomi trendy come Zola Jesus o Bat for Lashes - ci sia molto meno freschezza che in dischi come questo, o come in quelli di Petrina o Simona Gretchen, puntualmente recensiti da Distorsioni Net. Diamo quindi fiducia alle rockettare italiane e auguriamo a UnePassante di non essere solo di passaggio ma di restare a lungo sulla scena musicale.

Voto: 8/10
Alfredo Sgarlato

UnePassante

 


Tracklist:

Utterly wrong

Seesaw

Valentine's, or the end

X Man

Lullaby (the air we breathe)

Woodworms

Wonderful robots

Extintcion

War & Peace

Oh my monsters 

Video

Inizio pagina