Migliora leggibilitàStampa
3 giugno 2017 , , ,

Dadina-Lamri-Vicari-Giampaoli-Pasini

MUSIC FROM: IL VOLO – LA BALLATA DEI PICCHETTINI

2017 - Brutture Moderne
[Uscita: 10/03/2017]

"Music from: Il Volo - la ballata dei picchettini" è innanzitutto parte integrante di una pièce teatrale del 2015, prodotta dal Teatro delle Albe, che racconta una storia vera e drammatica, la storia di tredici operai uccisi dalle condizioni intollerabili nelle quali furono costretti a lavorare in un bacino di carenaggio del porto di Ravenna nel 1987. Un'altra pagina del mostruoso libro delle morti bianche, un libro che viene spesso letto in fretta, parzialmente e poi dimenticato fino a nuova revisione. L'esercizio della memoria e la sua trasposizione scenica costituiscono un lavoro duro e delicato che prevede la presa in carico di responsabilità molto importanti, perchè ricordare certi avvenimenti è un'opera di impegno civile e politico che non può prescindere dal rispetto delle storie personali di quei morti di cui si va a narrare. Le parole e la loro interpretazione rivestono quindi un ruolo centrale in questo lavoro dal respiro collettivo, nel quale le voci narranti degli autori Luigi Dadina e Tahar Lamri (Laura Gambi è un'altra coautrice non presente però nel CD) si alternano al rapping teso di Lanfranco "Moder" Vicari, versi crudi che si muovono sulle scarne ed ipnotiche linee di basso di Francesco Giampaoli (Sacri Cuori e Orchestra Afrobeat) e Diego Pasini.

 

Tra i momenti migliori, Grattano rivendica con forza il diritto alla dignità, con rabbia e lucidità strappa brandelli di umanità ad un lavoro che di umano ha ben poco. Ma è Calma Piatta a mettere i brividi addosso, a prenderti allo stomaco e a lasciarti senza parole, perchè usando le stesse parole di Vicari: «le parole non le trovo e basta». Torna più in generale alle orecchie quella "Music and Politics" dei Disposable Heroes of Hiphoprisy, non solo per la valenza politica della musica ma anche per l'essenzialità del rapporto tra le note suonate e il testo. Altri riferimenti possono essere ricercati poi nel primissimo Gil Scott-Heron e nei talking blues di Woody Guthrie. Per finire, a Francesco Giampaoli va il grande merito non solo di aver scritto e registato la musica, ma anche quello di aver prodotto, attraverso la sua Brutture Moderne, questo disco prezioso e sincero.

Voto: 7/10
Aldo De Sanctis

Audio

Video

Inizio pagina