Migliora leggibilitàStampa
11 febbraio 2015 ,

Rachele Bastreghi

MARIE

2015 - Atlantic Records-Warner
[Uscita: 27/01/2015]

#Consigliato da Distorsioni

 

500marie-coverGli equilibri all'interno di un gruppo di successo non sono sempre facili da mantenere. I Baustelle di Francesco Bianconi sono, pur con un carriera altalenante, uno dei gruppi più apprezzati dal pubblico italiano degli ultimi anni. All'interno della formazione senese la brava cantante Rachele Bastreghi non è mai stata valorizzata a sufficienza. Se la voce leader è sempre stata quella di Bianconi si devono a lei invece certi interventi vocali sognanti ed evocativi oltre alla composizione di diversi pezzi dei Baustelle, anche se in numero molto inferiore a quelli di Francesco. Luca Ribuoli aveva chiesto a Rachele  di fare il personaggio di Marie, sorta di cantante francese sul modello di quelle protette da Serge Gainsbourg, per la fiction di  Rai 1 “Questo nostro amore 70”. Da quelle chanteuses la Bastreghi è sempre stata affascinata, sia a livello vocale che dal loro modo di vestire che è solita riproporre abitualmente. 

 

Per questo episodio della serie televisiva Rachele aveva composto la song Mon petit ami du passè che in tutto e per tutto si rifaceva alle cose di meravigliose fanciulle francesi come Jane Birkin e Francoise Hardy. Un brano molto bello nel quale il contrasto italiano-400rachele-mariefrancese rendeva la canzone davvero intrigante. Da lì è nata l'idea di fare qualcosa di più sostanzioso che ha prodotto questo mini-album denominato "Marie". Un disco che come ammette la cantante di Montepulciano "ho composto quasi d'istinto". A rendere il disco ancora più vicino alle cose di fine anni sessanta contribuiscono due riuscite cover, canzoni note nelle versioni di Patty Pravo ed Equipe 84, due autentiche glorie nazionali di quell'epoca irripetibile. Della prima ha scelto Dall'inferno accanto a te, presente sul suo terzo disco omonimo "Patty Pravo" (1970) che già era una riuscita rilettura di Detachez-moi les bras di Claude Puterflam.  Rachele non si fa certo spaventare dal difficile confronto e ci offre una versione impeccabile, cantata con molta intensità. Al flauto un gradito cameo di Mauro Pagani. Dell'Equipe 84 sceglie un singolo del 1969, la bella Cominciava così, scritto dal grande Maurizio Vandelli con l'aiuto di Detto Mariano. Il brano è un'altra interpretazione della nostra da fine esecutrice, con una cadenza strumentale molto più veloce rispetto all'originale.

 

Senza essere e Folle tempesta subito in apertura sono invece composizioni originali di Rachele. La prima, scritta con Claudio Brasini,  si riallaccia decisamente alle atmosfere del gruppo madre Baustelle, mentre la seconda ha la tipica andatura delle canzoni che si ascoltavano sui nostri mangiadischi a cavallo fra i sessanta e settanta. Le tracce che rimangono sono Il ritorno, composta in tandem con Dario Faini - che viene ancherachele promossa dal video in black & white girato da Franco Capalbio - e lo strumentale Folle tempesta. Ha prodotto il tutto il solido  Giovanni Ferrario (John Parish, Hugo Race, Pj Harvey e molti altri). Tra i musicisti presenti Sergio Carnevale (Bluvertigo) Fabio Rondanini (Calibro 35), Marco Carusino (Morgan) oltre a Daniele Richiedei e Davide Fronterrè (AltriArchi). Il risultato finale non lascia dubbi sulla qualità degli artisti chiamati a raccolta. Marie è il miglior biglietto di presentazione possibile per Rachele Bastreghi, un disco che si lascia ascoltare con piacere, in virtù anche di una voce molto bella e incantevole.

 

Voto: 7.5/10
Ricardo Martillos

Audio

Video

Inizio pagina