Migliora leggibilitàStampa
18 settembre 2014 ,

Soap Trip

LOOP TRIP

2014 - Autoproduzione
[Uscita: 01/05/2014]

                                                                                                                 # Consigliato da Distorsioni

soap-trip-300x300Interessante progetto questo del duo foggiano Soap Trip, formato da Marta Dell’Anno, voce, loop, violino elettrico e viola, ora stabilitasi a Parigi, ma giramondo nell’anima, e dal batterista e percussionista Natale La Riccia. Formazione insolita e sonorità accattivanti e intriganti, il duo si colloca in uno spazio poco frequentato dalla musica di casa nostra, potremmo definirlo un trip hop elegante e raffinato dal fluire placido e sul quale si innescano influenze mediterranee, mitteleuropee, latine, jazz, hip hop, dub. "Loop Trip" si compone di dieci tracce, cantate in italiano, francese, spagnolo e inglese, e ognuna si colora degli umori e delle suggestioni di ciascuna area linguistico-culturale, rendendo il disco vario e sfaccettato. Malinconia mediterranea la definiscono loro stessi, noi aggiungiamo che la musica si tinge di atmosfere notturne, è emozionale e calda e possiede un eccellente senso del ritmo.

 

Mi Perdo è un potenziale hit, cantilena della gioventù smarrita, cantata con abbandono e erotismo dalla brava Marta Dell’Anno, Paint è un dub lento e dilatato, dalle ombre scure e soap tripfascinose, Not-turno è un tango malinconico dal ritmo sostenuto; romantica e passionale è Abuela dai profumi latini, malinconia e vigore rive-gauche in La Danse du Poisson-globe, nervosa e jazzata è Speziell, in Limes il violino parla irlandese e le percussioni lo sostengono energiche e con precisione matematica. Formas de Suicidio è un brano che conquista immediatamente, su un ritmo sincopato delle percussioni il canto tragico della Dell’Anno haSoap Trip LOOP TRIP come contraltare ironico il campionamento di una voce narrante, chiude lo strumentale Sette Oceani dalle atmosfere  evocative e nostalgiche. Non esente da qualche sospetto di raffinata ruffianeria, Loop Trip è un album ispirato ed elegante, ben suonato e che ci fa apprezzare la voce calda e avvolgente di Marta Dell’Anno, dalle sfaccettature mutevoli, brava ad esprimersi nelle diverse lingue utilizzate. Altrettanto elegante l’artwork del dico, opera di Emanuela Pizzolla che coglie nel disegno grafico l’aspetto etereo e ironico della musica.

 

Voto: 7/10
Ignazio Gulotta

Audio

Video

Inizio pagina