Migliora leggibilitàStampa
1 luglio 2017 ,

Ginevra Di Marco

LA RUBIA CANTA LA NEGRA

2017 - Contempo Records-Funambolo-Luce Appare-Audioglobe
[Uscita: 19/05/2017]

#consigliatodadistorsioni

 

Ginevra Di Marco LA RUBIA CANTA LA NEGRAConosciamo bene Ginevra Di Marco e la sua propensione per la canzone popolare internazionale che da tempo porta avanti sia live che su album dopo le passate esperienze con CSI e PGR. Non stupisce quindi questo "La Rubia canta La Negra", luminoso omaggio alla “cantora” Mercedes Sosa, una delle più belle voci della musica popolare sudamericana e interprete dei più grandi musicisti di lingua spagnola. La Negra, soprannome con cui era conosciuta la Sosa, fu anche, attraverso la musica e non solo, paladina dei diritti civili e attivista politica contro le dittature e dalla parte degli ultimi, e poiché Ginevra Di Marco è anch’essa da sempre schierata a favore delle frange più deboli ecco che l’incontro con la grande cantante argentina ha la doppia valenza dettata dalla musica e dall’impegno sociale. E così ecco che la Di Marco grazie a quest’album e alla sua interpretazione vince meritatamente per la terza volta la prestigiosa Targa Tenco 2017 come interprete di canzoni non proprie.

 

E le canzoni sono tredici: dieci provengono appunto dal repertorio di Mercedes Sosa (foto a destra), mentre le altre tre sono brani inediti scritti appositamente per questo suo ottavo album da solista che arriva a ben sei anni di distanza dal precedente “Canti, richiami d’amore” se si esclude il live “Stelle, dal vivo” del 2013. Accompagnata come sempre dai fidi Andrea Salvadori (chitarre, mandolino, elettronica) e Francesco Magnelli (pianoforte e gli ormai noti magnellophoni), la cantante fiorentina sfodera grinta e passione impegnandosi in alcune tra le più belle pagine del catalogo di Mercedes Sosa tra atmosfere tangueire (El violino de Becho) o più suggestive (Alfonsina y el mar), mentre Juancito Caminador è un trascinante valzerone. 

 

Naturalmente anche grandi autori latino-americani sono rappresentati al meglio: la dolce Luna Tucumana è di Atahualpa Yupanqui, la bellissima Volver a las diecisiete è della grandissima Violeta Parra, e l’imprescindibile e conosciutissima Te requerdo Amanda è ginfotodel martire del fascismo cileno Victor Jara. Tra gli inediti cantati in italiano, Fuoco a mare che apre l’album conferma la propensione di Donna Ginevra a dare voce agli ultimi, mentre Sulla corda si avvicina alla musicalità argentina essendo anch’essa un tango. Ancora in lingua italiana è invece Tutto cambia sempre della Sosa (Todo cambia) tradotta in questo caso da Teresa De Sio. Un album bello e importante che coniuga i sentimenti personali con l’impegno civile e che conferma Ginevra di Marco tra le interpreti più espressive e sensibili nel panorama della musica popolare internazionale. Ci ripetiamo volentieri: Targa Tenco 2017 meritatissima.

 

Voto: 7/10
Maurizio Pupi Bracali

Official     Social    

Contempo Records


Audio

Video

Inizio pagina