Migliora leggibilitàStampa
19 agosto 2018 , ,

Indicative

III_AWAKE EXISTENCE DECLINE

2018 - Qanat Records
[Uscita: 12/04/2018]

IndicativeUn flusso di coscienza inarrestabile che avvinghia come rami di mangrovie, così fitte da non lasciare filtrare i raggi del sole. Questa la percezione avvertita dall’ascolto dei nove brani di “III_Awake existence decline”  dei palermitani Indicative i quali declinano una musica oscura e folta di richiami ancestrali, animalesca come una belva dal respiro lento sulla cui epidermide sono incisi simboli di psichedelia occulta. A quattro anni di distanza dal precedente “5 shots // Yellow Sky” la band ha portato a compimento un processo di organizzazione delle proprie discendenze hardcore, post-rock, noise e progressive, dando vita ad un prodotto dal forte spessore immaginifico, labirintico nelle sue evoluzioni e sempre a fuoco nelle varie derive. 

 

L’album, nel prendere come spunto le suggestioni di un antico poema indù, ha una valenza contemporanea in quanto pervaso da un senso di inquietudine apocalittica nascente dal sorgere di un nuovo umanesimo barbarico. Gli Indicative si avvicinano bandal metal illuminato dei Tool, quanto alle costruzioni armoniche dei Russian Circles di “Guidance”, e alla ricerca di uno specifico spessore nel suono delle chitarre che riconduce alla sensibilità di Kurt Ballou dei Converge. L’opener Dawn rilascia afrori alla Slint prima di collassare su un impianto destrutturato, il successivo Light and Shape è scosso da una forza tellurica, così come la detonazione ritmica di Human Consciousness. Decadence è una discesa in luoghi scoscesi con una apertura alla Mogwai. Da segnalare poi i fumi mefitici di And The Sky Turned Red  e la simmetria triadica di Collapse Pt.I, Pt. II e Pt. III. “III_Awake Existence Decline” è una litania per tempi cupi, un canto mesmerico che risuona quando la tempesta si sta per abbattere e purificare ogni cosa. Ottima prova. 

 

Voto: 7,5/10
Giuseppe Rapisarda

Audio

Inizio pagina