Migliora leggibilitàStampa
18 agosto 2014 , ,

Plankton Dada Wave

HAUS OF DADA

2014 - Ghost Records
[Uscita: 04/04/2014]

Plankton Dada Wave HAUS OF DADA                                                   # Consigliato da Distorsioni

Dopo tre anni dal precedente Ep “Banana Spleen”, tornano con un nuovo lavoro, sempre un Ep, in formato vinile, a cura dell’etichetta varesina Ghost Records, questi tre ‘irriverenti’ e dissacratori ragazzi lombardi. Sin dalla copertina, una Monna Lisa baffuta e reggente un robusto ferro da stiro, Stono Vox (voce e chitarra), Fausto Bolìvar (voce e basso) e Big T (batteria), manifestano il loro modus operandi, intriso d’ironia, istinto surrealistico e intelligentemente canzonatorio. Il tutto è inquadrato in un progetto, Notturno Giovani, per talenti emergenti, curato dai Comuni di Varese, Saronno e Luino. Il disco suona subito frizzante: una miscela di rock’n’roll, staffilate funk, inserti psichedelici, tirate punk e spruzzate di techno. Alcune tracce modulate in inglese, altre in francese (Le Gril; Entr’acte) o spagnolo (Mucho Mas)

 

planktonSei brani spalmati sulle due facciate del vinile come una marmellata sonora dai gusti variegati: dallo psych-rock con punte di avanguardismo dadaista (Ygolohcysm) alla puntuta struttura sonica in chiave di delirante punk, con “a solo” di chitarra finale rimarchevole (Dope Without Hope). Alle sortite di puro noise (Entr’acte) seguono inserti di pulsante funk e ritmi ispano-americani (Mucho Mas). La sensazione che si ha, ascoltando il disco, è che dietro tutto il suo impianto prettamente musicale vi sia, da parte dei tre ragazzi, un’incoercibile voglia di buttare alle ortiche gli strumenti e prorompere in una messe di omeriche risate. Il livello tecnico dell’album è ottimo, così come la capacità di coniugare con abilità stili diversissimi tra essi. Bravi.

Voto: 7/10
Rocco Sapuppo

Audio

Video

Inizio pagina