Migliora leggibilitàStampa
10 gennaio 2013 ,

Cosimo Morleo

GENI DOMINANTI

2012 - Controrecords/New Model Label
[Uscita: 04/12/2012]

Cosimo ForleoLa Controrecords è un etichetta nata nel 2009 con la pubblicazione degli interessanti "Dove l'erba è alta" e di recente "Il lento disgelo"  di Davide Tosches. Peculiarità di questa label è, per usare le loro parole, che "Ogni artista è proprietario esclusivo della propria opera e gestisce la promozione del suo lavoro come meglio crede". Aggiungendo che "i dischi li facciamo col cuore ed i contratti con una stretta di mano, come si usava una volta". Sulla carta è tutto molto bello quindi. Avevamo già parlato di loro anche per il bel disco di Alessandro D' Iuorno, cantautore fiorentino di buone promesse. Adesso è la volta di Cosimo Morleo. Per lui abbiamo precedenti esperienze come cantante e tastierista nella scena torinese degli anni novanta e questo "Geni dominanti" è il suo primo album, nato in collaborazione col chitarrista di Alberto Fortis, Enrico Fornatto.

 

Un disco che sinceramente esula un tantino dagli standard che solitamente proponiamo in Distorsioni, un pop leggero dal sapore ‘sanremese’ che tanti consensi ma anche troppi esponenti trova purtroppo nel nostro paese. Sono otto canzoni che non so se definire innocenti od innocue ma la sostanza cambia poco. Qualche eco lontano di Baustelle nell' apertura di Turing, poi qualche influenza del Fossati che fu in Recessione  ed in generale qua e là, ma sono fuochi di paglia. I rari spazi strumentali lasciati nei pezzi non giovano certo all'insieme generale. I testi potrebbero anche salvare capra e cavoli, citazioni e dediche impegnative per Manuel Puig, Pasolini, Einstein, Shakespeare ed il compianto attivista Arrigoni, ma uniti alla musica appaiono slegati, non funzionano affatto. Una bocciatura per quanto mi riguarda.

 

Voto: 4.5/10
Ricardo Martillos
Inizio pagina