Migliora leggibilitàStampa
19 gennaio 2014 ,

Geometric Vision

DREAM

2013 - Swiss Dark Nights
[Uscita: 22/11/2013]

Geometric VisionI Geometric Vision sono un giovane trio dell'hinterland napoletano in vita dal 2012 e nato da una idea del dj/producer Ago Giordano, già attivo con il progetto EBM Blood Shot Eyes sin dal 2008 come tastierista/programmatore e già dal 2006 come tastierista di precedenti esperienze. In questo nuovo interessante progetto il suo ruolo è di vocalist/programmatore/chief songwriter, affiancato dagli ottimi musicisti Roberto Amato (alla chitarra) e Gennaro Campanile (al basso). Il suono di questo breve album di soli 37 minuti spazia dalla cold wave alla minimal wave. La produzione è davvero ottima, il suono credibile, il songwriting è secco e diretto con una drum machine “vintage”, suoni analogici, chitarre ora liquide ora lancinanti, un basso tritasassi di matrice darkwave o postpunk e una voce duttile che richiama ora i Chameleons, ora i Clan Of Xymox di  “Subsequent Pleasures”. In questo disco non c’è un brano minore, sembra che il trio abbia distillato “il meglio” della propria produzione, tralasciando ciò che è inutile: in questo caso si giustifica la brevità a favore della maggiore qualità.  Da brani più scuri (Solitude Of The Trees, Stranger), ad atmosfere più romantiche (We Have No Time, Skies, In My Cold Room), da pezzi più meditativi (Dream) a brani più danzerecci (Never Stop The Dance o Two Rums), l’ascolto dell’album procede senza intoppi. La giovane etichetta Swiss Dark Nights s’è accaparrata una band di tutto valore che, con una opportuna promozione, potrebbe dare prestigio sia alla label stessa che a tutto il panorama alternativo italiano. Disco raccomandato.

 

Voto: 7.5/10
Diego Loporcaro

Audio

Video

Inizio pagina