Migliora leggibilitàStampa
6 marzo 2015 ,

Uomoman

DIGITAL KIND OF GUY

2014 - Wallace-Villa Inferno-Il Verso del Cinghiale-Black Bug
[Uscita: 19/12/2014]

#consigliatodadistorsioni

 

a3901171001_10Uomoman è creatura mutante che prende forma nuova di progetto a sé ma che incarna realtà diverse che provano a mettersi in discussione testando nuovi linguaggi o rielaborandone di assai vecchi e storicamente testati per saggiarne una giusta collocazione nell’oggi. Ci sono dentro gli X-Mary (e si sente dall’attitudine di spartana immediatezza e bassa fedeltà), ci sono dentro i Great Saunites (e si sente dal motorik robotico e spastico pieno di pathos compresso), ci sono dentro Anatra Supreme, Yokotobigeri, Franconero, Nazareno e un sacco di altri brandelli dell’underground italico più audace e alternativo. Questi sette pezzi riescono a sublimare e tradurre queste tante sfaccettature in un concept uniforme e ben definito.

 

uomoSette iperboli ritmiche, tetre e massicce, di indole chiaramente teutonica ma anche in libera progressione psichedelica, spumeggianti, imprevedibilmente sfaccettate tra fantasia e perfetta geometria. Dalla Neu più Neu Steep Slope che deraglia in un un imprevedibile incoerenza finale fino alla stravaganza cacofonica di Io non vengo più con te che si carica di toni più heavy e riff vorticosi ai limiti della spericolatezza. Irrazionalità psichedelica e geometrie elettroniche (Feelies vs Kraftwerk) in Analog. Mentre Techno Bike e Orlo guardano ad un bizzarro revival garage con frenesie pow wow, accelerazioni percussive e nevrotica ripetitività a tratti sincopata. Quasi dei bluegrass elettrificati e rielaborati rigettando all’interno rimasugli di tradizione e inquietudini, disagi, contraddizioni, disadattamenti della nostra era lobo-robo/tizzata. Un annaspare in bicicletta e un fluttuare futuristico che convivono in modo goffo ma irresistibilmente vivace e vitale, volendo farla breve.

 

Voto: 7.5/10
Romina Baldoni

Audio

Inizio pagina