Migliora leggibilitàStampa
8 novembre 2016 ,

Avvoltoi

CONFESSIONI DI UN POVERO IMBECILLE

2016 - Go Down Records
[Uscita: 12/09/2016]

#consigliatodadistorsioni                   

 

avvoltoiIl traguardo del “concept” era nell’aria da un po’. Ovvero da quando, proprio come fu per i complessi storici del bitt italiano, la formazione emiliana ha capito che crescendo i pantaloni a spaghetto e le camicie fiorate non calzano più a pennello. Confessioni di un povero imbecille trova la sua ragion d’essere nella storia del  fallimento amoroso e del pertinente, beffardo destino artistico raccontate da Gianluca Morozzi nel suo primo racconto Despero.

Gianluca e Moreno Spirogi condividono oltre al Municipio e ad altri interessi anche, ormai da un po’ di anni, i microfoni di Radiocittà Fujiko. Il povero imbecille di turno è dunque il Cristian protagonista di quelle pagine e delle dieci canzoni che compongono i due atti di questo nuovo capitolo del volo degli Avvoltoi. Nonché, in una curiosa giostra di citazioni ed ispirazioni, del nuovo libro di Morozzi allegato ad alcune stampe del disco (e viceversa, come in un quadro di Escher).

 

avvoltoi 14958382_10211118254980011_1890897640_n

Se operazioni simili patiscono ovviamente il cono d’ombra di opere monumentali (pensiamo a “Tommy” degli Who o “The Village Green Preservation Society” dei Kinks ma anche di piccoli tesori nostrani come “ID” dell’Equipe 84, “Terra in bocca” dei Giganti, il primo New Trolls o “Parsifal” dei Pooh), è tuttavia opportuno evidenziare come fondamentalmente gli Avvoltoi riescano a risolvere il progetto senza cadere avvoltoi 14958382_10211118254980011_1890897640_n (2)nella facile trappola della verbosità e rimanendo nei margini della forma-canzone.

La musica è un beat inesploso ovvero privato di quell’innesco brioso e irrequieto che lo rende contagioso ma allo stesso tempo vulnerabile per assumere quel portamento svagatamente adulto e un po’ demodè, che pare incuneato fra il Battisti meno borghese e i Timoria meno avvinghiati alle ali del power-rock. Se avete fantasia, che è comunque un dato richiesto per amare i dischi della band bolognese, avete capito. Gli Avvoltoi sono tra i pochi ad essere fieri della musica e della cultura italiana. Noi dovremmo essere orgogliosi di loro. 

 avvoltoi 14958382_10211118254980011_1890897640_n (1)


     

 

 

 

 

Voto: 7.5/10
Franco Lys Dimauro

Video

Inizio pagina