Migliora leggibilitàStampa
4 marzo 2014

Drug City-Pazuzu-Osso Sacro

CACAOKE – Osso Sacro Compilation 2014

2014 - Bubca Records, 19 Gennaio 2014)
[Uscita: 19/01/2014]

CacaokeL’intero rooster Bubca mette insieme, ancora una volta, l’immancabile, esilarante compilation interamente ‘manoscritta’ nel più ostinato e convinto stile DIY. Ben 36 cover irriverenti e raffazzonate che faranno resuscitare i morti e vergognare i vivi ma che tra il trash e il faceto, tra lo stupore e l’indignazione incredula, non potranno non strapparvi più di una risata e, non dite che non vi avevamo avvertito, vi faranno ritrovare, vostro malgrado, ad ammiccare tra i denti e battere con i vostri anfibi consunti i loro ritmi sgangherati ritrovando il punk sporco, sguaiato e maledetto che da sempre nascondevate nei vostri modi finto perbenisti, nell’apatia circostanziale di questo mondo castrante, senza emozioni. I Libanesi spogliano dell’austerità e della spigolosità teutonica Eins, Zwei, Polizei dei Mo-Do elettrificandola in un irresistibile ritmo quattro quarti abraso da una voce gutturale. I Gun Club vengono omaggiati dai Body Bag Redemption con una slabbratura di chitarra che ne enfatizza l’unicità nella stupenda She's like heroin to me e dai R'n'r Terrorist in un secondo pezzo: For the Love of Ivy. 

 

Quasi più incontenibili dei The Mummies, certamente più deragliati, i Boom Boom and the Long Sex ne Your ass (Is next in line). Una Yesterday balbuziente da far invidia all’altra celeberrima cover di  Massimo Troisi in “Non ci resta che Piangere” sfoderata da I Fuffa Cacaoke Farfa. Tantissimi altri coverizzati/esorcizzati illustri, dai Velvet Underground agli Stooges, da Lydia Lunch ai Suicide. Insomma se volete lasciarvi andare ad un’ora e venti di leggerezza fate vostro questo CD che vale molto di più dei soldi che dovete dare in cambio. Il motivo principale è che non racchiude nessuna pretesa di perfezione, non vuole paragoni eccellenti anzi, ne prende la distanza con grande intelligenza e umorismo. Qualcosa riesce inaspettatamente bene, qualche altra è semplicemente comica. Non c’è auto compiacimento ma un’attenzione, una qualità, una sensibilità pregnante che con sapiente modestia sa catturare il lato più autentico e comunicativo di certo dilettantismo o di certa attitudine naif capace di inaspettata forza d’urto. Dissacrazione o meditata trasandatezza che vuole essere genuinità e sano divertimento, senza compromesso e senza fronzoli.

 

Voto: 7/10
Romina Baldoni

Audio

Inizio pagina