Migliora leggibilitàStampa
22 giugno 2017 , , ,

Spada

AURADOLCE

2017 - Minus Habens Records – digital album - 13 tracce – 81 minuti
[Uscita: 12/05/2017]

#consigliatodadistorsioni     

 

Spada_AuradolceTorna dopo quasi cinque anni di silenzio Giorgio Spada, fondatore nel 2002 della indie band Vegetable G (cinque album e due EP pubblicati in undici anni) insieme al chitarrista Luciano D’Arienzo. Spada torna alle sue origini (l’elettronica home-made, elaborata in totale solitudine nel suo studio) e rientra in casa Minus Habens, l’etichetta con cui pubblicò i suoi primi due album “A Perfect Spring” (2003) e “Epic Mono” (2005), insuperato capolavoro dei Vegetable G.

Auradolce” è un mastodontico album di oltre ottanta minuti, contenente tredici tracce strumentali ambient-elettroniche dal mood cangiante, ma dal songwriting riconoscibile: una musica fatta di suoni rarefatti e atmosfere cinematiche, ottima non solo per evocare visioni e stimolare sensazioni di volta in volta differenti, ma anche per commentare sequenze cinematografiche di varia natura. L’album si compone di delicati e minimali affreschi sonori, che si muovono dall’ambient con influenze cosmiche tedesche (le suite iniziali Acquaverde e Circulata) a quella dal mood più siderale-fantascientifico (Acquaceleste): brani più sognanti e distesi (Asterisco e il singolo Lago) si alternano a episodi più cupi o notturni (la frenetica FoglieBeta o i tributi kraftwerkiani Stagno e Sottosuolo), passando per l’ambient-IDM alla Aphex Twin (Ultra) e melodie tipiche della terra del sol levante (Lama). Il fantasma dei Vegetable G riappare in Specchio o in Polline (anche se in entrambi i brani il sound resta sempre minimale e fluttuante) e nella synthpoppeggiante Isoletta.

 

spada3Al debutto solista il compositore pugliese non delude, anzi lo si trova più in forma che mai, a riprova di un talento tecnico-melodico vivo e scalpitante dopo tre lustri di onorata carriera. Minus Habens prosegue nell’esplorazione di suoni multimediali e sfaccettati, sempre attenta a possibili contaminazioni e sincronizzazioni tra le arti, leitmotif di una vita di ricerca nel sottobosco musicale: in quest’ottica Auradolce è la nuova tessera di un gigantesco mosaico costruito in trent’anni di attività e il talento di Spada (che ha anche realizzato diverse colonne sonore nella sua carriera) rientra perfettamente nelle coordinate dell’etichetta. Il compositore annuncia che i DualBit, coppia di video-artisti pugliesi specializzati in videomapping, realizzeranno un videoclip in computergrafica per ciascun brano dell’album. Un lavoro che soddisferà anche i palati più esigenti tra gli appassionati di colonne sonore e musica elettronica di vario genere.

Voto: 7,5/10
Diego Loporcaro

Audio

Video

Inizio pagina