Migliora leggibilitàStampa
12 luglio 2014 ,

You’re Smilng Now But We’ll All Turn Into Demons

CONTACT HIGH

2014 - Cardinal Fuzz Records
[Uscita: 23/06/2014]

Stendiamo un velo pietoso sul nome (ispirato da un programma giapponese di wrestling femminile). You’re Smilng Now But We’ll All Turn Into Demons (Y.S.N.B.W.A.T.I.D. ) vengono da Portsmouth, Hampshire e il mondo per loro sembra essersi fermato nei primi anni ’70; lo si deduce da quest’uscita su vinile, “Contact High” che vive di vibrazioni a metà tra l’heavy pysch/garage e il proto – metal, e che consta addirittura di due parti: la prima, composta dalle prime due facciate, contiene i pezzi che più si avvicinano al formato canzone rock, mentre la seconda, che occupa terza e quarta, è lasciata a due divagazioni psichedeliche di quasi venti minuti l’una. Ciò che stupisce è la visione didascalica e calligrafica che  Y.S.N.B.W.A.T.I.D.   offrono della loro musica: l’inconsistenza della loro personalità è imbarazzante.

 

Detto questo,  “Contact High” non è assolutamente un disco da buttare e anzi, a ben vedere, ha i suoi momenti di gloria nelle mini-jam  Alpha And Omega e Jammin’ On The 13th Floor. Perde punti nei pezzi più veloci come Cruickshanked. Brani come 2009, Nervous- Alive hanno il loro fascino stoogesiano, mentre  le due lunghe suite,Demons Prismatic Reflections e The Plague sono un incrocio tra i viaggi spaziali degli Hawkwind e i trip lisergici dei Bardo Pond. Nonostante si scomodino nomi di questa portata, oltre ad altre divinità del heavy-rock come Black Sabbath e Blue Cheer,  Y.S.N.B.W.A.T.I.D.    sembrano menare troppo il can per l’aia con il solito motivo che varia solo di durata e il rischio reale è quello che le canzoni si assomiglino un po’ tutte. Impeccabili e senza passione.

 

Voto: 6/10
Ruben Gavilli

Audio

Video

Inizio pagina