Migliora leggibilitàStampa
18 aprile 2017 ,

Six Organs of Admittance

BURNING THE TRESHOLD

2017 - Drag City
[Uscita: 24/02/2017]

Stati Uniti     #consigliatodadistorsioni

 

Abbandonate, forse solo temporaneamente, le sperimentazioni algoritmiche di “Hexadic” (2015) e le composizioni a metà strada tra i giochi di carte e le leggi combinatorie, Ben Chasny rilascia il suo sedicesimo album targato Six Organs of Admittance. Lo fa  rinunciando all’energia che aveva contraddistinto l’ottimo ”Ascent “ (2012) per lavorare ad un album acustico nel quale intrecciare magicamente psichedelia e folk. I temi affrontati in “Burning The Treshold” sono sempre gli stessi: il rapporto tra l’uomo e la natura, la sovrapposizione tra il mondo materiale e quello spirituale, la ricerca delle forme meditative che ricordano le esperienze estatiche dei Popol Vuh. L’album prende avvio con Things As They Are che fornisce immediatamente le coordinate del nuovo lavoro: arpeggi di chitarra e armonie leggere che trovano ragione nel «mondo come meditazione» di Stevens Wallace. Nella splendida Adoration Song, il musicista californiano prende invece ispirazione dal filosofo Gaston Bachelard per raccontarci come l’immaginazione poetica sia sempre prodotta dall’incontro con lo spazio che ci circonda. Come quando un maestoso scenario naturale avvolge la nostra vista e sentiamo inconsciamente di appartenere a quel mondo.

 

Dopo un passaggio strettamente acustico (Reservoir) la musica si fa più leggera e sognante con Under Fixed Stars, in un'ideale contemplazione del cielo stellato, accompagnati dai cori di Damon & Naomi. Un ulteriore passaggio acustico in compagnia di Riley Walker (Around The Axis) introduce il brano più elettrico dell’album, Taken By Ascent, ideale punto di contatto con le atmosfere vibranti e cosmiche di ”Ascent “. I richiami alle connessioni tra le filosofie greche, egizie e orientali sono alla base del brano Threshold Of Light, caratterizzato da sonorità criptiche e simboliche. La splendida St. Eustace restituisce atmosfere luminose e gioiose, mentre Reflection chiude l’album con sonorità più intime e introverse. Hanno collaborato all’album, Alex Neilson, Chris Corsano, Haley Fohr, Cooper Crain, Damon e Naomi, Ryley Walker.  Burning The Treshold ci restituisce un Ben Chasny particolarmente ispirato e in grande forma.

Voto: 7,5/10
Felice Marotta

Audio

Video

Inizio pagina