Migliora leggibilitàStampa
1 maggio 2015 , ,

AA.VV.

BLOOD VISIONS BY RETARD RECORDS & FRIENDS

2015 - Retard Records
[Uscita: 16/02/2015]

Francia-Europa   #consigliatodadistorsioni

 

jayIl debito verso quello che fu enfant prodige e insieme padrino di un certo garage rock lo-fi è ancora immutato e la Retard Records ha deciso di riunire 15 gruppi della scena d’oltralpe e non, per omaggiare il Jay Reatard del suo primo disco solista del 2006, “Blood Visions”.  In prima linea nella scuderia dell’etichetta di Rennes troviamo gruppi ormai famosi anche oltreoceano come i Dusty Mush e Qúeztal Snåkes, oppure ospiti come i tedeschi Sick Hyenas, Wolf Mountains, i fiorentini Go!Zilla, i greci Bazooka. Proprio questi ultimi aprono con la cover della title track e subito si rende chiaro l’intento di questa operazione: un omaggio sincero e ruvido che non intende rivisitare o stravolgere il materiale dell’uomo di Memphis ma semplicemente rendere in cambio un po’ di rock’n’roll sporco e veloce.

 

Su questa linea proseguiranno poi  White Mystery & The Holy Motors, Combomatix, Lou & Les Garçons, Los Reatardos, Kaviar Special e Sapin: garage punk imbevuto di formule retardbeat, Nuggets e prima psichedelia americana. Un treno che si schianta contro un muro fatto invece di solidi fuzz ’70 come le versioni di Go!Zilla (tra i migliori dell’intero lotto), Dragster e Volage (la cui conclusiva Waiting For Something è probabilmente il pezzo più pregiato). Lo spirito del buon vecchio Jay (al secolo Jimmy Lee Lindsey Jr.) aleggia più che mai in un’atmosfera pregna più di spontanea incazzatura punk che rimpianto o nostalgia, a commemorare il prolifico garage rocker nel primo lustro dalla sua scomparsa. Un intreccio tra ritmi punk, melodie 60’s e chitarroni 70’s in un misterioso quanto affascinante anacronismo, una grande festa in lo-fi,  che risulta efficace quanto meno nell’intento di rievocare lo spirito di quello che è stato probabilmente il più grande musicista garage del suo tempo. 

 

Voto: 7/10
Ruben Gavilli

Retard Records Social          Retard Records Bandcamp         

JAY REATARD su Distorsioni Blogspot


Audio

Video

Inizio pagina