Migliora leggibilitàStampa
26 ottobre 2015 ,

Silversun Pickups

BETTER NATURE

2015 - New Machine Recordings
[Uscita: 25/09/2015]

Stati Uniti    

 

silverBetter Nature è il primo album che i Silversun Pickups pubblicano sotto l'egida di una propria etichetta denominata New Machine Recordings, ponendo fine alla collaborazione decennale con la Dangerbird Records, come a volere rivendicare una sorta di pieno autocontrollo sul proprio lavoro. L'album, prodotto da Jacknife Lee (R.E.M., U2, Snow Patrol, One Direction, Robbie Williams, Kasabian) e missato da Alan Moulder (My Bloody Valentine, Nine Inch Nails, Foo Fighters, Placebo), probabilmente risente dell'influenza esercitata dalle diverse sensibilità ed approccio al suono di entrambi se si considera una produzione finale un po' troppo patinata che tende a limare ogni smussatura. Se i Silversun Pickups si sono conquistati una discreta fama in ambito indie e shoegaze, è anche grazie ad un'attitudine che li ha avvicinati alla malinconia sonica declinata dai My Bloody Valentine e ai languori adolescenziali scandagliati dagli Smashing Pumpkins, le cui tracce più evidenti si rintracciano nel disco di esordio “Carnavas”.

Oggi il quartetto losangelino sforna il quarto album e decide di abbandonare definitivamente la direttrice di marcia indicata da Kevin Shields e Billy Corgan per tramutarsi in qualcosa di più simile al pop dei Death Cab For silver1Cutie o ai Placebo più plasticosi, con derive di stadium rock alla Coldplay. Se solo la confezione di “Better Nature” fosse stata meno perfetta e luccicante si sarebbe data la possibilità ai brani di respirare, di risultare più autentici e meno appesantiti da quelle sovrastrutture che penalizzano il songwriting. Ad esempio, l'iniziale Cradle (Better Nature) ricorda tanto la decadenza dei Placebo in versione dream pop, senza però la spinta delle chitarre di Brian Molko.

 

Connection ha un'apertura tastierosa poggiata su un tempo in levare che si nutre di sonorità eighties, Friendly Fire è puro sdilinquimento di sinth ed atmosfere eteree, mentre Nightlight ha un ritornello che non sfigurerebbe in uno spot di qualche nuova automobile. Nonostante tutto, la prova che i Nostri sappiano scrivere canzoni di buona fattura l'abbiamo in brani come Circadian Rythm (Last Dance) e Ragamuffin con i suoi chiaroscuri strazianti rivestiti da un'aura troppo sgargiante. Con Better Nature i Silversun Pickups hanno licenziato un album che ha in sé ottime potenzialità ma che è più simile ad una freccia la cui traiettoria non ha la forza per arrivare dritta al cuore, mancandolo di poco.  

 

Voto: 6/10
Giuseppe Rapisarda

Audio

Video

Inizio pagina