Migliora leggibilitàStampa
15 luglio 2013 , ,

Obits

BED AND BUGS

2013 - Sub Pop Records/Kizmaiaz
[Uscita: 13/08/2013]

obitsLa giusta irriverenza e la giusta aggressività, ma anche la giusta freschezza e la giusta leggerezza. Questo è "Bed & Bugs", terzo album del quartetto statunitense Obits, in uscita per la Sub Pop il 13 Agosto. La band, newyorkese d'adozione, si conferma band di carattere, grazie ai riff tipicamente rock 'n roll, con ammiccamenti al garage e al punk. Allo stesso tempo, le venature surf-rock conferiscono al sound del gruppo una piacevole immediatezza. C'era molta attesa di sentirli nuovamente all'opera, dopo il successo di critica e pubblico che era stato "Moody, Standard & Poor" del 2009. E "Bed & Bugs" ne rappresenta il seguito perfetto, grazie alle chitarre sempre vivaci, ad una ritmica serrata e alle ottime trame vocali. Inoltre, il sound che percorre quest'album è spesso contaminato dall'esperienza di Froberg come cantante e chitarrista negli Hot Snakes, band votata all'hardcore, che trasforma sovente il rock and roll degli Obits nel garage più rozzo. L'approccio al punk-rock è molto simile a quello degli indimenticabili Gang of Four: sfruttare tutta la sua energia per poi trovare intrecci e melodie più orecchiabili. Mentre spesso le chitarre richiamano la maniera di suonare di band come Girls Names e Franz Ferdinand, con riff veloci e schitarrate graffianti a dare impronta alle canzoni. E così in "Bed & Bugs" si va dal rock and roll influenzato dal surf californiano di Taste The Diff, traccia d'apertura, al punk di I'm Closing In, che per chitarra e cantato sembra ripreso da un disco dei Buzzcokcs. Si passa per riff lenti ed ammalianti come This Must Be Done e This Girl's Opinion, per arrivare ai crescendo calibratissimi di Malpractice. Sono presenti, infine, due ottimi brani strumentali come Besetchet, vortice ipnotico creato da chitarra e batteria, e Double Jeopardy, brano di chiusura, in cui compare un cantato solo al tramonto della canzone, con una melodia post-punk che si attorciglia su se stessa fino alla comparsa della voce. Non era facile per musicisti impegnati in fatiche discografiche fin dagli anni '90 riuscire a sviluppare il progetto Obits dopo l'ottimo album precedente. Invece i quattro newyorkesi si dimostrano ancora ispirati e capaci di creare delle ottime trame tipicamente rock 'n roll, piacevoli, sempre dinamici, mai banali. "Bed & Bugs" è la giusta miscela di brillantezza, esplosività, e vivacità. E', insomma, l'album giusto.

 

Voto: 7.5/10
Simone Pilotti

Video

Inizio pagina