Migliora leggibilitàStampa
25 luglio 2012 , ,

Daughn Gibson

ALL HELL

2012 - White Denim
[Uscita: 5/05/2012]

Daughn Gibson - ALL HELL  Dietro allo pseudonimo Daughn Gibson si nasconde Josh Martin, ex batterista dei Pearl & Brass, formazione stoner della Pennsylvania con all'attivo due album ("Pearls and Brass" del 2003 e "The Indian Tower" del 2006). Un passato come ex camionista ed un presente tutt'ora come impiegato in una ditta di trasporti, Josh Martin, abbandonata ormai la sua formazione, realizza questo primo album da solista in cui rivisita in modo veramente originale la sua nuova passione, il country. Ne avrà macinata di strada alla guida del suo camion il giovane Josh prima di imbattersi in questa avventura musicale davvero spiazzante. Un' evoluzione sonora questa attuata dall'artista americano che farà sicuramente discutere. Dotato di una voce cavernosa e profonda l'artista statunitense si cala in uno scenario musicale davvero unico, un incrocio perfetto di blues e country misto ad elettronica dove suoni dubstep, loop e atmosfere noir si amalgamano alla voce baritonale e inquieta del cantautore della Pennsylvania.

 

Le dieci tracce di "All Hell" si presentano con un suono minimale e sembrano muoversi lungo un' autostrada oscura e polverosa dove una fitta pioggia elettronica rende il viaggio ancor più tumultuoso. Guidati dalla sua splendida voce all'ascolto di brani come Bad Guys, In the Beginning, A Young Girl's World, Rain on a Highway, Ray, Dandelions, è quasi impossibile non pensare a nomi come Johnny Cash, Nick Cave, Scott Walker e alle sonorità marziane di James Blake. Appena 31 minuti per immergersi totalmente nello spettrale mondo sonoro di Daughn Gibson. Un lavoro che si muove lento e inesorabile, tra passato e futuro della provincia americana. Un esperimento davvero riuscito questo di Daughn Gibson che con questo primo lavoro si conferma come una delle novità più interessanti del 2012.

 

Michele Passavanti

Audio




Inizio pagina