Migliora leggibilitàStampa
20 agosto 2018 , ,

Autopsie d'une Ombre

ALIVE SOMEWHERE

2018 - North Shadows Records
[Uscita: 10/08/2018]

Francia 

 

autopsie CoverTimbrica profonda e sepolcrale, ritmiche asfissianti scandite da sintetici impulsi. Richiami alla scena underground più oscura di fine anni settanta: Sisters of Mercy, Christian Death, Joy Division. E dulcis in fundo uno stravagante moniker che già per se è tutto un programma. Originario dell'Occitania Sébastien Espi, in arte Autopsie d'une Ombre, è quello che in gergo viene definito un 'one-man band'. Compone liriche e partiture, suona e programma apparecchiature che generano musica. A distanza di quattro anni dall'uscita dell'EP omonimo, Autopsie d'une Ombre approda all'esordio sulla lunga distanza rilasciando Alive Somewhere, full-lengh in cui raccoglie le personali intuizioni e devozioni di stampo dark wave. Ma se la passione traspare evidente l'ispirazione, per alcuni tratti del lavoro, sembra arrancare consegnandoci una scaletta che nella sua ossessiva corsa elettronica finisce spesso per incagliarsi in prevedibili fondali sonori.

 

Autopsie d'une ombrePassaggi d'effetto come Could You Help me?, End of your Game e la title-track (dall'intro bowiano) terminano così risucchiati dal corto circuito degli orditi in gioco amplificando la mancanza di sostanziali cambi di passo creativi. Nei suoi pertugi “Alive Somewhere” lascia scorgere apprezzabili spiragli di tecnica e talento pur risultando album da promuovere con alcune riserve. Siamo certi che Espi saprà trarre spunti e riflessioni da questa sua opera prima, magari svestendosi già dalle prossime evoluzioni degli abiti eccessivamente celebrativi di genere che ha appassionatamente indossato. Un tocco di velleitaria originalità potrebbe essere il giusto viatico per il percorso di crescita dell'originale artista di Narbonne.  

 

Voto: 6/10
Alessandro Freschi

Audio

Video

Inizio pagina