Migliora leggibilitàStampa
8 giugno 2013 , ,

The Smoking Trees

Acetates

2013, Ample Play Records - 27 novembre 2012, Colour Tree Records
[Uscita: 06/05/2013]

sm-tr-img1Mettiamo il cd nel lettore, chiudiamo gli occhi e il suono dolce e variegato, ammaliante e sognante degli Smoking Trees ci fa tornare indietro nel tempo, quando eravamo un po’ hippy e trascorrevamo lunghe ore ad ascoltare in serene compagnie musica psichedelica, Quintessence, Grateful Dead, Incredible String Band, Jefferson Airplane, Ravi Shankar, Tomorrow et similia. Il mondo certo era turbolento, ma il futuro ci appariva libero e pieno di speranze. Oggi, che le speranze sembrano essersi dissolte in un sistema che invece di allargare benessere e felicità sembra condurci verso un esito incerto e preoccupante, salutiamo con gioia un disco come questo “Acetates”, che se non ci annuncia, come i precedenti dei sixties, un prossimo mondo di allargata coscienza, illumina con un raggio psichedelico il grigio presente. The Smoking Trees sono un duo di Los Angeles formato da Al Rivera, aka L.A.AL, voce e chitarre e basso, e Martin Nunez, aka Sir Psych, multistrumentista e voce; i due si conoscono nel 2001 nel negozio di dischi dove lavorano, mettono su dapprima una band di cinque elementi, e debuttano con questo loro primo disco sulla lunga distanza, che esce per l’etichetta di Sir Psych.

 

Vintage psichedelia, discendente di Beatles, Kinks, Byrds, Tomorrow, Zombies, Donovan, dolce miele psichedelico dai profumi indiani, gli strumenti suonati come sitar per creare mantra sonori sono una costante in quasi tutti i ventuno brani in cui sono divisi i settanta minuti di musica del disco, intrecci sonori evocativi di universi altri, e soprattutto la bravura del duo nel creare melodie carezzevoli, suadenti, avvolgenti come fumi esotici ed estatici che finisce per catturare le sinapsi, aggrovigliandole con corde colorate e cangianti che si librano nei cieli misteriosi della psiche. Molto ricco e fondamentale il lavoro svolto da Sir Psych in fase di produzione eThe+Smoking+Trees+-+Acetate melodia un punto di forza, con un uso reiterato e fascinoso di echi e riverberi, mentre gli strumenti sono stati processati, filtrati utilizzando vari programmi e metodi di registrazione e digitalizzazione al fine di ottenere un suono che, pur richiamandosi alla psichedelia del passato, suonasse attuale e sperimentale. Fra le molte belle canzoni che compongono il cd - se un difetto vogliamo trovare è forse l’eccessivo numero di composizioni inserite che rischia di far perdere la concentrazione - c’è almeno un capolavoro, See,  pura delizia con una melodia che pare uscita da un incontro fra The Zombies e Donovan, e allora arrampichiamoci sull’albero fumante per un viaggio psichedelico immaginifico e un po’ nostalgico. Il lavoro, uscito dapprima per Colour Tree Records alla fine del 2012 in digitale e CD edizione limitata, appare ora nuovamente in digitale ad inizio Maggio 2013 per l’etichetta londinese Ample Play Records, ed in cassetta per Burger Records.

 

Voto: 7.5/10
Ignazio Gulotta

Audio

Video

Inizio pagina