Migliora leggibilitàStampa
14 gennaio 2017 ,

Will T. Massey

30 YEARS IN THE REARVIEW

2016 - Route 61 Music
[Uscita: 09/12/2016]

Stati Uniti   #consigliatodadistorsioni     

 

masseyIl sottotitolo di “30 Years In The Rearview” recita “The Collection: 1987-2016, così, tanto per presentare Will T. Massey, un cantautore che ha una lunga storia alle spalle e che al tempo stesso ha mantenuto un'integrità non comune. Si tratta di un labour of love, di un gesto dettato dalla passione per la musica di Ermanno Labianca, fondatore e titolare dell'etichetta Route 61. Sembra proprio che il successo di massa abbia eluso il songwriter texano ed è difficile comprenderne le ragioni. Alla luce di quanto viene proposto in questo bel cd potremmo azzardare un'ipotesi: a Massey è mancato un singolo vincente, un Born to Run, per intenderci.

will-massey_R439Per lui è stato (ed è) più importante scrivere delle ballad convincenti (la splendida Wayward Lady USA) piuttosto che il rock un po' di maniera di Slow Study, o ancora Peace Train, con la voce di Rosie Flores e il violino di Richard Bowden in bella evidenza: Massey è quanto di meglio la schiera dei cantautori texani - da Townes Van Zandt in poi - abbia saputo creare. Scorrendo la sua biografia apprendiamo inoltre che ha combattuto per anni contro la schizofrenia, a dimostrazione di un will-t-masseylegame spesso discusso fra arte e malattia, valgano su tutti gli esempi di Bruce Springsteen, che ha sofferto di crisi depressive, e di Neil Young, che deve sempre fare i conti con l'epilessia.

30 Years In The Rearview è un regalo prezioso per tutti gli appassionati della canzone d'autore americana, di quella texana in particolare. Ascoltatela e scoprirete un mondo.  

 

Voto: 8/10
Giancarlo Susanna

Audio

Video

Inizio pagina