fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
7 Ottobre 2019 , , ,

Simon Balestrazzi & Nicola Quiriconi Licheni

2019 - AZOTH

Partiamo proprio dal lichene. Secondo definizione ufficiale è un organismo simbionte che deriva dall'associazione e interazione tra un organismo autotrofo e un fungo. L'espansione dei licheni necessita quindi delle giuste condizioni sia dell'ambiente circostante sia del supporto e della superficie che li ospita. Sanno tanto di frattali artistici, irregolari, disegnati da una mano maestra. Senz'altro privi di calibrature puramente geometriche ma comunque con una loro armonia strutturata e visivamente impattante. Non stupisce allora che Simon Balestrazzi (TAC, Dream Weapon Ritual, A Sphere Of Simple Green e tanto altro) e Nicola Quiriconi (VipCancro) -che hanno formato anche il progetto DAIMON in trio con Paolo Monti- costruiscano i sette movimenti dell'album sulla morfogenesi dei licheni. Si tratta di una libera interazione tra i due artisti che, improvvisando in modalità elettroacustica, con microfoni a contatto o attraverso un reticolo di microsound trovati, danno vita ad una costruzione equilibrata di grande levità e intensità. Procedono per fasi di densità e sottrazione sonora, tocchi e rumori in libera traiettoria e collisioni scintillanti. È importante mettere il CD nel giusto supporto per cogliere e captare tutte le sfumature, tutta la complessità e la sottigliezza di un fenomeno acustico che si ramifica, che prende vita ampliandosi e amplificandosi e che si rapprende per saturazione o cambia traiettoria a seguito di perturbazione. L'idea è proprio quella di un suono che si nutre dell'ambiente che lo produce per elevare se stesso a entità metafisica e anche, allo stesso tempo, a organismo pulsante, vivente, del tutto materico nella sua impalpabilità. Poco più di mezz'ora di immersione sensoriale originalissima e con soluzioni sperimentali imprevedibili quanto efficaci. L'ideale sarebbe anche accompagnare l'esperienza uditiva con stimolazioni visive altrettanto eloquenti per veder prendere forma nella sua rigida rotondità, nella sua viva e turgida compattezza, il lichene. Entrare nella sua filosofia di adattamento e respirare l'odore di umido nell'oscurità di un bosco, captare le vibrazioni che provengono da uno scarto, da un superfluo-scoria che si alimenta di inanimato per diventare essenza vivente esemplare. Essenza vivente di bellezza. Euritmia.

Voto: 7/10
Romina Baldoni

Audio

Inizio pagina